Voglio portare alla vostra attenzione un caso fra i tanti che capita a chi svolge il nostro lavoro:

Un bravo conduttore di lavanderia ha delle regole, che ha imparato a rispettare a sue spese.

Le mie regole:

1- osservare la segnaletica .

2- Verificare che qualche stilista birbone non abbia fatto uno scherzetto.

3- fidarsi è male, non fidarsi è molto meglio.

Veniamo al caso, trattasi di un giubbetto di cotone sfoderato, semplicissimo da lavare, il cotone può essere lavato ad acqua ed a secco ma potendo scegliere il lavaggio ad acqua è meglio.

 

 

Regola N1 osservare la segnaletica: Sull'etichetta di lavaggio viene indicato il lavaggio ad acqua vietato, chissà mai perchè? Forse perchè le aziende non stabilizzano(bagnano)il tessuto poichè se lo fanno il cotone al primo bagno si restringe e l'azienda perde tessuto cioè guadagno? Probabile, ma il lavaggio a secco è consentito, bene lo laverò a secco.

 

 

 

Regola n. 2Verificare che qualche stilista birbone non abbia fatto uno scherzetto.

Osservando il giubbino in questione noto che parte della lampo è di materiale plastico, materiale che lavato a secco in alcuni casi si può sciogliere e provocare danni.

 

 

3- fidarsi è male, non fidarsi è molto meglio.

Facciamo una prova con del solvente per verificare la tenuta.

 

Hai hai stinge eccome, lascia um bel rosso che su un giubbino chiaro non credo stia così bene.

Anche questa volta mi sono salvato grazie alle mie regole, informerò la cliente. poi....alla prossima puntata.

Sarei lieto che anche tu visitatore voglia porre all'attenzione altri casi, li pubblicherò mail

 

 

 

© 2006la-lavanderia.it Sito realizzato da Lavanderie Pierelli

SPONSOR

WinLav il software per Lavanderia più facile che ci sia!

Satellite

Previsioni

 

 

 

Web cam in ITALIA Genova, Etna, Torino Cortina D'Ampezzo Ischia Rimini, Milano, Sapri Palermo.

Google

-----